Tesoreria e Azienda – La Guida Completa

Il ruolo della Tesoreria nel cash management

Controllo e condivisione.

Queste sono le basi del corretto cash management, ovvero della gestione del flusso di denaro che avviene all’interno dell’azienda.

Il processo richiede forte organizzazione al suo interno e, in cambio, offre un valore aggiunto che merita di essere considerato con attenzione dagli addetti ai lavori.

I benefici del buon cash management sono ampi e possono essere letti in relazione con il rapporto fra le banche, ma anche nella gestione del vero e proprio flusso di cassa.

Non solo, perché la corretta gestione del cash flow induce benefici tangibili dal punto di vista dei rischi finanziari, quali la copertura del rischio di tasso, del rischio di cambio e delle commodities, ma anche dei crediti di firma che possono interessare le garanzie internazionali o le fideiussioni.

gestione del flusso di cassa

Il cash management applicato alla realtà aziendale si rivolge alle tipiche attività di tesoreria, ovvero si impegna nella ottimizzazione dei flussi finanziari e della successiva posizione finanziaria netta.

In fase di gestione tipica, queste attività potrebbero non essere riconosciute o meglio, essere portate avanti da personale in modo frastagliato e poco coerente. 

Il rischio può aggravarsi qualora in azienda venga applicato lo smart working che, a fronte di una mancata conoscenza o condivisione dei dati aziendali, può generare confusione nella gestione del cash flow.

La chiarezza alla base della tesoreria

La chiarezza diventa quindi base fondamentale per la costruzione di un’efficiente processo di tesoreria e, per raggiungere questo scopo la scelta più efficace è di dotare l’impresa di un coerente software di tesoreria quale Gold CR, che permette di gestire il cash management con coerenza e semplicità.

La procedura di tesoreria si traduce nella compilazione di un documento, che permette all’azienda di avere sotto controllo molteplici aspetti del flusso di cassa.

Il documento consente di effettuare un’analisi precisa quanto rapida del rapporto con i clienti e con i fornitori, di gestire al meglio le garanzie bancarie e la relazione con le banche nel complesso.

Il documento lavora inoltre attivamente per comprendere quali sono i migliori e più efficaci metodi di gestione della liquidità e di gestione dell’indebitamento.

Un unico strumento che permette, a conti fatti, di avere sotto controllo la situazione di tesoreria e di applicare la sua lettura al comparto economico, finanziario e strutturale dell’impresa e che ti invitiamo a scoprire chiedendoci qui maggiori informazioni.

La condivisione nella tesoreria

L’aumento delle performance societarie e abbraccia a 360° la routine quotidiana, nonché le previsioni a lungo termine.

Ecco quindi nascere un processo di conoscenza che non coinvolge solamente il comparto dedito alla tesoreria, ma fluisce velocemente verso le aree commerciali, economiche e finanziarie presenti in azienda.

La conoscenza apporta inoltre informazioni sulla ciclicità e sulla metodologia dei pagamenti, un aspetto che si riflette positivamente sui rapporti con le banche e sulla corretta gestione dei flussi economici nel loro complesso.

Come ad esempio il budget di fine mese, che permette alle aziende di procedere all’emissione dei pagamenti, di effettuare una precisa verifica degli insoluti e di inviare le comunicazioni del caso, quindi di avere a disposizione una chiara rendicontazione del rapporto con le banche e con gli istituti che hanno erogato il credito.

Il software di tesoreria permette alle imprese a ai liberi professionisti di ottenere un budget di fine mese preciso e focalizzato sui dati di interesse.

L’operazione di chiusura del mese può essere effettuata una volta elaborati tutti i dati relativi a questo periodo di tempo, quindi il software di tesoreria permette di ottenere un chiaro e definito quadro dei movimenti effettuati.

È importante considerare che, mentre le banche e le altre aziende hanno sistemi di rendicontazione che possono ‘sforare il mese’, soprattutto se le valute sono a cavallo o i giorni dei bonifici comprendono questo periodo di tempo, il software di tesoreria si propone come lo strumento più affidabile per ottenere un quadro chiaro e veritiero dello stato dei pagamenti effettuati a da ricevere, nonché dei rapporti con le banche alla chiusura del periodo di riferimento.

Il budget di fine mese permette il cosiddetto ‘giro mese’, ovvero consente alle aziende e ai professionisti di:

  • avere a disposizione la storicizzazione di tutti i movimenti che sono stati effettuati nel corso del mese. E’ importante considerare che, se i pagamenti non sono stati effettuati, diventeranno degli arretrati, mentre se sono stati onorati diventeranno degli storici;
  • disporre del passaggio nel mese corrente di tutti i dati del primo mese di previsione, per un quadro completo e continuo del flusso di tesoreria;
  • trasferire come arretrati i pagamenti non ricevuti e quindi pianificare la comunicazione degli insoluti secondo direttive aziendali;

Il software di tesoreria permette quindi di lavorare sul parziale temporale grazie al budget di fine mese e di ottenere dati importanti e coerenti per la verifica e la corretta gestione del flusso di tesoreria.

La tesoreria per aziende e freelancer

I software di tesoreria possono essere impiegati dai liberi professionisti e dai freelancer?

La risposta è certamente positiva, perché mai come al giorno d’oggi i freelancer e chi lavora come libero professionista nel paese ha la necessità di monitorare con cura il cash flow della propria attività.

Come può declinarsi il software alle esigenze dei freelancer?

La parola d’ordine è flessibilità, perché chi opera con queste modalità ha la necessità di poter contare su uno strumento snello e veloce, pratico e bello da impiegare sotto il profilo grafico.

I freelancer non hanno solitamente la necessità di gestire flussi di cassa quotidiani, ma il software di tesoreria può aiutarli a monitorare le entrate e le uscite in modo globale, permettendo un monitoraggio concentrato sulle spese e quindi una gestione più oculata della propria attività.

tesoreria e freelancer

Il punto cruciale va però ricercato nei rapporti con gli istituti di credito.

Spesso chi svolge la professione di freelancer non conosce profondamente i meccanismi bancari e deve ‘provarli sulla sua pelle’ prima di poter comprenderne appieno il funzionamento.

Nei primi anni di gestione, la poca accortezza può indurre a scelte errate e poco controllate, un aspetto che con il corretto software di tesoreria può essere evitato.

Il programma permette, infatti, di monitorare con cura le uscite stabili e straordinarie, quindi di rendicontare le spese e i pagamenti, in uscita così come in entrata.

Da ciò deriva un monitoraggio che interessa sicuramente le cifre, ma che si rispecchia fortemente nei tempi. I tempi rappresentano la chiave del monitoraggio, perché possono spiegare il ‘perché’ di periodi difficili e giustificare invece altri in cui vi è abbondanza di risorse economiche.

Osservando e controllando i tempi, è quindi possibile stillare un piano di riassunto dell’attività di gestione e prevedere come potrà svolgersi l’esercizio futuro, sulla base di dati raccolti con cura e immediatamente disponibile.

Da questa analisi può derivare una richiesta di limitare i tempi di pagamento o di richiedere dilazioni per quelli in uscita, al fine di ricercare il giusto equilibrio che caratterizza ogni buona attività imprenditoriale.

Spesso, chi opera come libero professionista o freelancer ha inoltre poco tempo a disposizione ed è soprattutto chiamato a gestire da solo ogni aspetto della sua attività.

La parola d’ordine è quindi accorciare i tempi e riassumere i dati in un report che offre un’analisi veloce quanto completa del cash flow.

Il software GOLD permette di contare su questo importante strumento, che al servizio dei freelancer e dei liberi professionisti diventa un’importante arma a disposizione per non perdere tempo nel monitoraggio del flusso di cassa e quindi nella pianificazione delle spese e dei costi che devono essere sostenuti nel corso dell’esercizio.

Il software permette inoltre di analizzare con cura i mutamenti che si succedono nel corso del tempo serve per comprendere e valutare la situazione finanziaria dell’impresa.

Si tratta di complicazioni economiche e finanziarie, legate alle mutevoli regole di mercato e ai modelli organizzativi presenti in azienda o nella propria attività di freelancing.

Come è possibile monitorare con cura i cambiamenti economici e finanziari avvenuti nel corso del tempo?

La riposta va anche in questo caso ricercata in un efficace software di tesoreria, strumento eletto da molte aziende per rendicontare i flussi economici e di riflesso la situazione finanziaria in termini globali.

Per maggiori informazioni ti invitiamo a contattarci cliccando qui.

Cash Flow e Global Financial Value Chain

La tesoreria è diventata nel corso del tempo un partner della crescita aziendale come più volte ha ribadito la stampa economica di rilievo anche se delle volte la visione nazionale è abbastanza retrograda rispetto alla situazione internazionale.

La crescita aziendale chiede infatti di spostare l’ago della bilancia verso la cosiddetta  Global Financial Value Chain, la catena complessiva di valore finanziario che chiede duttilità e lungimiranza nella sua gestione.

tesoreria e finanza

La gestione del cash flow gioca un ruolo importante nella catena di valore.

Si tratta di una sinergia di fattori che iniziano con il ‘factor‘, ovvero con la base che aiuta l’impresa a gestire l’anticipo degli incassi e a rendere più semplice la pianificazione dell’attivitàproduttiva.

Il factor opera anche a livello di pagamenti, perché permette all’impresa di chiedere o concedere dilazioni senza intaccare la sezione finanziaria e di conseguenza gestendo con più accortezza gli eventuali periodi di stress.

La tesoreria lavora quindi con l’anticipo dei crediti e dei crediti IVA, ma soprattutto con la pianificazione.

La corretta pianificazione di tesoreria permette di affrontare al meglio le diversi fasi del mercato, si tratti di aggressione o di crescita, perché permette di disporre di un’ottima prospettiva finanziaria. I conti in ordine permettono, in conclusione, di fare le scelte corrette in ogni fase aziendale.

La tesoreria deve essere gestita con cura ma anche con dinamismo, per valutare al meglio le scelte presenti, passate e future, per disporre di uno storico consultabile in ogni momento e per assicurarsi che non esistono strade migliori da percorrere al momento di prendere decisioni di un certo rilievo.

Ecco perché un software di tesoreria completo, dinamico e funzionale può diventare un prezioso alleato per chi desidera avere a disposizione uno strumento di monitoraggio, di calcolo e di sintesi.

Lo strumento è infatti in grado di offrire un chiaro quadro della situazione economica, che di riflesso sa generare una visione altrettanto positiva della condizione finanziaria aziendale. Per maggiori informazioni ti invitiamo a contattarci cliccando qui.

criptovalute

Tesoreria e criptovalute quale futuro

L’integrazione delle cripto valute alla tesoreria aziendale necessita di ulteriori sviluppi per poter diventare una case history assodata.

Ma è fondamentale tenere conto che la tecnologia blockchain, ovvero la base del successo di valute quali bitcoin o ethereum per citarne alcune (in attesa della Libra di Facebook) vanta numerosi campi di applicazione.

Tesoreria Aziendale e Cripto Valute: un Rapporto Sempre più Vicino

La blockchain permette infatti di gestire database cifrati e anche decentrati in modo sicuro, garantisce tracciabilità e trasparenza.

Interessante è la sperimentazione fatta dal progetto Cash Without Border che ha testato la fattibilità di pagamenti intracompany in diversi paesi europei, anche con cambio di valuta per la presenza nel progetto della sterlina inglese.

Il risultato è stato un funzionamento preciso e real time di accrediti e addebiti che è attualmente in fase di sviluppo.

Al di là delle tecnologie che stanno alla base del passaggio di moneta virtuale fra le diverse aziende, con annessi pagamenti ai fornitori ed eventualmente agli istituti di credito, resta la domanda principale, ovvero come cambierà il ruolo della tesoreria aziendale in tal senso?

La risposta sarà sicuramente legata alla specificità tecnologica, ma ciò che conta, oggi e nel momento presente, è adottare uno sistema di gestione della tesoreria sicuro e preciso.

Un sistema informatizzato e gestito da software specifici, che chiede di abbandonare i cari fogli excel per poter permettere di svolgere al meglio il lavoro di gestione.

In questo contesto si inserisce il software di tesoreria Gold, che permette all’azienda di operare al meglio in questa branca aziendale e di ottenere una gestione dei flussi di cassa ben controllata, indispensabile non solo per il monitoraggio del cash flow, ma per potere lavorare sulle previsioni a breve, medio e lungo termine del complesso strategico aziendale.

Scopri qui tutte le caratteristiche del software di gestione di tesoreria aziendale Gold Tesoreria.

 

 

Potrebbero interessarti anche...