Codice Crisi Impresa: come cambia il Risk Management

I principi introdotti con il Codice Crisi Impresa, ex Legge Fallimentare, hanno un impatto notevole sugli attuali modelli di risk management.

Nel dettaglio si tratta delle procedure di allerta introdotte per incentivare l’emersione anticipata della crisi, ‘core’ della nuova normativa e dell’introduzione della definizione di stato di crisi.

Da elemento conclamato e quindi solo accettabile, la definizione di stato di crisi diventa oggi prevenzione, traducendosi nella possibilità di agire per salvare la situazione in termini generali e procedere al risanamento.

Codice Crisi Impresa: il Risk Management e Gli Assetti Organizzativi

Nell’ottica della prevenzione della crisi di impresa vi è quindi l’istituzione di adeguati assetti organizzativi, progettati e sfruttati per rilevare tempestivamente la crisi.

E in questo scenario il monitoraggio dei flussi di cassa e bancari acquista una valenza duplice.

Da un lato esso chiede alle imprese di adeguarsi alla normativa, ma soprattutto permette loro di monitorare con costanza i rapporti di cassa e con le banche per evidenziare in modo ‘tempestivo’ e concreto le eventuali problematiche che possono sorgere.

Ecco inserirsi gli strumenti informatici Gold Tesoreria dedicati al monitoraggio costante e puntuale dei flussi di cassa, in quanto il software di gestione della tesoreria permette all’azienda di mantenere un’organizzazione ottimale della cassa con beneficio globale dell’azienda.

Cosa Deve Fare L’Azienda Oggi per adeguarsi al Codice Crisi Impresa?

Prepararsi, o meglio predisporre le misure necessarie ad arrivare preparati al mese di agosto, quando la normativa introdurrà in modo specifico le procedure di allerta per l’emersione della crisi, ovvero in data 14 agosto 2020.

Nel frattempo gli articoli che definiscono l’istituzione di un adeguato assetto organizzativo e il concetto di rilevazione tempestiva della crisi e della perdita di continuità aziendale sono già stati introdotti con gli articoli 375, 377, 378 e 379 del nuovo codice.

L’ assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa deve quindi essere attivato, in particolare per quanto riguarda:

  • Il Controllo di gestione
  • L’ Attività costante di business planning che si riferisce ad un orizzonte temporale di almeno 6 mesi
  • La Gestione della tesoreria aziendale mensile (a consuntivo e previsionale)

Su quest’ultimo punto di cruciale importanza si inserisce la possibilità di sfruttare al meglio il sistema software Gold Tesoreria.

GOLD è il software di ultima generazione, realizzato per garantire all’azienda la puntuale gestione della tesoreria aziendale, sia nell’ottica mensile a consuntivo che previsionale.

Ti invitiamo a scoprirne qui tutte le caratteristiche.

Potrebbero interessarti anche...